DA FIGLI A GENITORI

Il rapporto di coppia può rappresentare una rimessa in campo di alcune dinamiche familiari, o della propria storia infantile.

Se facciamo riferimento ai bisogni di attaccamento, esiste la possibilità che nella vita adulta si possa ricercare lo stesso stile o modello nel Partner che si ha a fianco.

Con l’arrivo di un Figlio alcuni modelli di attaccamento riaffiorano inconsapevolmente. Si possono a volte rivivere dinamiche pregresse dolorose, richiamando vissuti di insicurezza e inadeguatezza o di mancata protezione da parte della propria storia familiare.

Il figlio si posiziona nelle storie di attaccamento genitoriale, ed esso, il “terzo” può riattivare vissuti della propria storia di figlio sia piacevoli che dolorosi a volte anche traumatici. Per questo è fondamentale soffermarsi sui propri vissuti di angoscia o frustrazione.

Può accadere di sperimentare con i nostri figli vissuti di frustrazione o angoscia e paure, potrebbe essere che l’emozione che sentiamo in quel momento appartengo al nostro vissuto e potrebbe non essere utile proiettarla su nostro figlio.

Come fare? Provare ad ascoltare le nostre emozioni, quando ad esempio ci sono eventi specifici in cui ci possiamo sentire arrabbiati o impotenti, fermarci e provare a metterci nei panni di nostro figlio, ad esempio; senza proiettare il nostro stato d’animo su di lui/lei.

Quando si diventa genitori, porsi domande come: “da quando sono genitore mi sono riaffiorati ricordi di quando ero bambino e mi sarebbe piaciuto vivere un infanzia diversa”, ”ho paura che possa succedere a mio figlio quello che è successo a me”, “vorrei essere diverso o come i miei genitori”, “mi sorprendo a dire le stesse cose che dicevano i miei genitori”, “vorrei o non vorrei che mi somigliasse”.

Questi sono quesiti che possono essere comuni nelle menti dei genitori o nei loro vissuti.

E la coppia, non è più coppia? Perché si pensa che questo possa accadere? Forse perché si crede che una volta diventati mamma e papà non sia più permesso prendersi degli spazi come coppia? Come viviamo questo aspetto? È importante parlarne, l’avvento di un figlio può dar vita a un enorme passo evolutivo sia per la coppia che per l’individuo stesso, forse può arrivare anche la crisi, ma senza di essa non esisterebbe il cambiamento.

Parliamone!